Proseguono senza tregua le verifiche dei militari dell’Arma in tutta la provincia, finalizzate a scovare furti di acqua e di energia elettrica. A Licata, è stato arrestato un operaio del luogo 43 enne, che aveva effettuato un allaccio abusivo alla rete elettrica per alimentare gratuitamente la propria abitazione. A Ravanusa , invece, sono scattate le manette ai polsi di un pensionato, 50 enne, che per alimentare gratis di luce la sua abitazione, aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete pubblica. A Favara , è stata arrestata una casalinga di 19 anni che alimentava la propria abitazione con un allaccio abusivo alla rete elettrica. A Porto Empedocle, è finito in manette un operaio 35 enne che si stava rifornendo gratuitamente di acqua, mediante un allaccio artigianale alla condotta pubblica. Ad  Agrigento, nel quartiere di Villaseta, i Carabinieri hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un pensionato 76 enne, che si riforniva gratis di acqua, attraverso un allaccio abusivo, mentre a Sambuca di Sicilia denunciato un 50 enne, pensionato: l’uomo aveva manomesso i sigilli del contatore idrico, approvvigionandosi così di acqua in modo gratuito.

Per tutti, è stata contestata l’accusa di “Furto aggravato”.