fbpx

Calano omicidi, furti e rapine, ma aumentano truffe e frodi online. Questi alcuni dei dati del bilancio del 2020 della Questura di Agrigento. A divulgarli, durante un incontro in video conferenza con la stampa, è stato il questore Rosa Maria Iraci. Sono cresciute le truffe e le frodi informatiche visto che, a causa del lockdown, gli agrigentini hanno fatto più acquisti online.

Gli arresti e fermi di polizia di giudiziaria, nel 2020, sono stati 478. Nel 2019 erano stati invece 256. I denunciati sono, invece, passati da 1.257 a 1.380. In questi numeri sono inglobati, naturalmente, quelli relativi all’immigrazione. “Il flusso migratorio è cresciuto e sono cresciuti gli arresti e i fermi di migranti che sono tornati nonostante l’espulsione. In questi numeri ci sono naturalmente anche gli arresti fatti in flagranza di reato e su ordine di custodia cautelare in base ad attività investigative” – ha chiarito il questore di Agrigento – . In aumento il collocamento dei minori stranieri non accompagnati che da 760 è passato a 1.030. I migranti complessivamente trasferiti, dopo gli sbarchi, sono stati ben 20.972 a fronte dei 5 mila dell’anno precedente.