fbpx

Un sessantenne componente di un nucleo familiare con persone positive al Covid 19 è il contagiato numero 32 a Sciacca, il centro agrigentino con il più alto numero di positivi al coronavirus. L’uomo era già in isolamento domiciliare. Il dato rischia di aumentare in virtù dell’alto numero di tamponi che vengono effettuati in questi giorni. Esito positivo di un tampone anche a Cattolica Eraclea e due nuovi infettati a Grotte.
Il positivo di Cattolica era già in isolamentoe fa salire il numero dei nuovi contagi in questa seconda ondata a 10 . I due casi di Grotte, così come riferisce il sindaco, Alfonso Provvidenza “non sono collegati a quelli precedenti”. Nella prima ondata Grotte era rimasta Covid-free, adesso sono 5 le persone che hanno contratto il virus di cui due sono già guarite. “Invito ad adottare tutte le precauzioni possibili: uso mascherine, distanza interpersonale, igiene delle mani” – ha raccomandato il sindaco Provvidenza – .A preoccupare è Sciacca, dove il virus continua a diffondersi a macchia di leopardo, con diversi casi ormai non più riconducibili ad un unico focolaio.
108 i soggetti attualmente in isolamento domiciliare e in attesa di sottoporsi a tampone una volta trascorso il periodo di quarantena. I nuovi casi di contagio superano quelli dello scorso aprile durante il lockdown, da cui Sciacca se ne uscì con 26 casi di positività e 4 deceduti.