fbpx

Il Distretto Turistico Valle dei Templi si prepara alla trasformazione in Destination Management Organization, l’organizzazione che si occuperà di attuare strategie condivise di management e marketing della destinazione. Ieri pomeriggio, ad Agrigento, nella sede distrettuale, si è riunito il Consiglio direttivo per discutere il Piano Operativo e di Sviluppo 2021-2023. Erano presenti, per il presidente del Distretto Francesco Miccichè, l’assessore al Turismo, Francesco Picarella, il vicepresidente, Domenico Gueli, sindaco di Santa Elisabetta, e l’amministratore delegato, Fabrizio La Gaipa. Il Piano sarà sottoposto all’Assemblea domani mattina, venerdì 12 febbraio. Il documento segue le linee guida della Regione Sicilia, che individuano otto destinazioni, coincidenti con i siti Unesco, e razionalizzano gli attuali distretti turistici per orientarli verso moderne DMO. Il Distretto turistico, con questa nuova impostazione, riattiva i processi di aggregazione intorno alla destinazione per la fruizione integrata delle risorse, anche in rete con altri distretti.  Ha infatti aderito negli ultimi due anni a tre ATS di distretti con altrettante e distinte attività progettuali. Cinque sono le azioni del Piano di sviluppo: organizzazione, gestione e aggiornamento delle informazioni sulla offerta turistica territoriale; qualificazione dei servizi e dei prodotti; Integrazione dell’offerta in pacchetti e servizi ad alto valore aggiunto; pianificazione di marketing a breve e medio termine; marketing operativo e comunicazione. Principi cardine sono, tra gli altri, la relazione continua con gli stakeholder, l’aggiornamento e la formazione, l’innovazione, la digitalizzazione. «Siamo pronti a ripartire con slancio – afferma La Gaipa – con uno strumento utile all’attuazione della strategia per il triennio. Abbiamo già condiviso il Piano operativo di sviluppo anche con l’Assessorato regionale del Turismo, che ne ha seguito tutti i passaggi nell’ottica di rilancio del settore, sia nell’immediato, che in una prospettiva post Covid 19 nel medio e lungo termine. Le modifiche statutarie, così come la grande partecipazione, da cui scaturisce il Piano, suggellano di fatto un processo che abbiamo avviato con un’attività di promozione del territorio e un’azione strategica e di rete che ci allinea alle più apprezzate e interessanti destinazioni turistiche.» Il Distretto Turistico Valle dei Templi, peraltro, ha aderito formalmente a Caltanissetta, nell’ottobre scorso, al Partenariato di Comunità per il Primo parco mondiale policentrico e diffuso dello stile Mediterraneo con sostanziali proposte progettuali da finanziare all’interno del Contratto Istituzionale di Sviluppo che investono l’intera area del Distretto.