E’ stato il presidente della regione, Raffaele Lombardo ad aprire il convegno degli exallievi di don Bosco. Con un passato da exallievo non è voluto mancare al raduno di Agrigento, che ha visto la partecipazione di exallievi delle 22 Unioni della Sicilia. Alla fine del suo intervento il Governatore ha ricevuto un distintivo d’oro dell’associazione exallievi di don Bosco. Alla fine ha parlato della questione immigrazione e di Lampedusa,  ” abbiamo ottenuto un ottimo risultato, l’isola è quasi svuotata, i nuovi arrivi saranno rimpatriati o se provenienti  da zone di guerra trasferiti– ha affermato il Governatore – siamo riusciti a richiamare un’attenzione che non c’era su un dramma che riguarda gli immigrati tanto come i lampedusani. Ora, comunque, vigileremo perchè l’isola riprenda a vivere e vengano rispettati tutti gli  impegni.  A iniziare quella della bonifica dei luoghi”. La giornata iniziata con l’Inno di Mameli, ha visto alternarsi momenti di preghiera, testimonianze con interventi in sala e un concerto di suoni, voci ed immagini dall’opera “I promessi sposi”. Tra gli intervenuti l’arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro e Francesco Muceo, presidente mondiale ex allievi di don Bosco.