Il sindaco Vito Bono contesta con durezza la decisione del consiglio di amministrazione dell’Ato Idrico di Agrigento di approvare il nuovo piano tariffario in sua assenza.

Ritengo sia stato poco opportuno – dice il sindaco Vito Bono – giungere a una decisione non programmata senza la presenza del sindaco del Comune di Sciacca, impegnato in città in una riunione di emergenza. Il Consiglio di Amministrazione dell’Ato non si è infatti limitato all’esame della proposta, ma è andato oltre.  Mi riservo la possibilità di contestare nelle sedi opportune il nuovo piano tariffario approvato dal Consiglio Mi riservo altresì la possibilità di valutare l’uscita dall’Ato Idrico.