Il Tribunale dei malati manifesta contrarietà alla possibilità che l’Assessore alla Sanità invii un Commissario per gestire l’Asp di Agrigento destituendo l’attuale manager, il dottor Olivieri, ”responsabile”, di un disavanzo del bilancio, dovuto all’ “eccessiva mobilità passiva” ossia a pazienti che vanno a curarsi fuori provincia o regione.

Per poter abbattere la spesa per la mobilità passiva, è necessario che l’ASP sia in grado di offrire servizi e strutture sanitarie di qualità che allo stato attuale non è in grado di offrire, – afferma il coordinatore regionale Giuseppe Roccaro, che analizza anche il fenomeno dei parecchi trasferimenti richiesti dal personale.