Sono 1.839 gli immigrati presenti attualmente a Lampedusa, dove solo nel lungo ponte di Ferragosto sono sbarcati 2.700 tra profughi e tunisini. La maggioranza degli migranti e’ ospite del Centro d’accoglienza di contrada Imbriacola, mentre gli altri sono alloggiati all’ex base militare Loran. “La capienza della struttura e’ di circa 1.050 persone – ha ricordato Cono Galipò, responsabile del Centro di accoglienza – ma riusciamo – continua Galipò – ad ospitare anche 1.300 persone. Ma quando questa soglia viene superata, come accaduto in questi ultimi giorni, iniziano i problemi. Sull’emergenza immigrazione clandestina arriva la presa di posizione del presidente del Comitato parlamentare di controllo sull’applicazione degli accordi di Schengen, Margherita Boniver, “L’Italia sta rispondendo con straordinaria efficacia e capacita’ al dramma dell’immigrazione dal Nord Africa – ha detto la Boniver – i flussi continui di immigrati attraverso l’isola di Lampedusa – spiega – vengono alimentati dalla guerra in Libia, e in molti casi anche dagli uomini di Gheddafi” Il sospetto secondo l’esponente politici è che gli uomini del leeder libico spingano i rifugiati presenti sul territorio libico a salire sui barconi, sapendo che cosi’ facendo creano una serie di problemi all’Italia. Infine, la Boniver ha ringraziato gli abitanti di Lampedusa, i quali hanno dimostrato in questi ultimi mesi difficili, con rischi per la stagione turistica, una capacita’ di accoglienza unica e miracolosa.