Nelle ultime ore, mentre infuria la guerra in Ucraina, 45 Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri della Sicilia si sono attivate per fornire un contributo di solidarietà ed
aiutare la popolazione colpita dai bombardamenti, in particolare sia quella rimasta in patria
sia i numerosi profughi arrivati in questi giorni in Italia. Nel dettaglio, in seguito
all’intensificarsi dell’emergenza umanitaria in Ucraina, è stata avviata una campagna di
raccolta di farmaci e materiali di primo soccorso, nonché generi alimentari ed indumenti per
bambini, individuando le Sezioni della citata Associazione Nazionale Carabinieri, dislocate
in ogni provincia, quali centri di raccolta dei materiali e dei beni di prima necessità. Inoltre,
considerato il numero sempre crescente di sfollati e rifugiati, la rete degli aiuti e degli
interventi di assistenza, a cura delle Sezioni della citata Associazione, sarà ulteriormente
rafforzata nelle prossime settimane, al fine di offrire un tangibile sostegno alla popolazione
ucraina, colpita da un’improvvisa invasione e bisognosa di aiuti immediati.
Un impegno senza sosta, dunque, quello sviluppato dalle Sezioni dell’Associazione
Nazionale Carabinieri di tutte e nove le province siciliane, che punta a sostenere ed aiutare,
con gesti concreti, le vittime di questo conflitto, alle quali saranno forniti, ad esempio, lacci
emostatici, prodotti emostatici (cerotti, bende, cotone etc.), bende sterili, pomate per le
ustioni, siringhe, forbici e pinzette mediche, tachipirina, ibuprofene, garze, tute di bioprotezione, guanti in lattice di uso medico, mascherine di protezione, disinfettanti per mani
e superfici, antibiotici, biancheria, cibo in scatola a lunga conservazione, pannolini/biberon,
prodotti per l’igiene personale, sacchi a pelo, coperte e cuscini.