Picchiato selvaggiamente all’interno della villa comunale Regina Elena di Licata. Un invalido civile trentaduenne, è finito all’ospedale “San Giacomo d’Altopasso”. I carabinieri in poche ore sono riusciti a identificare i due aggressori: un diciannovenne, e un sedicenne di Licata, denunciati alla Procura della Repubblica di Agrigento. Dovranno rispondere dell’ipotesi di reato di lesioni personali aggravate. A soccorrere l’invalido, trovato riverso sul selciato, è stato un passante. I medici del pronto soccorso gli hanno diagnosticato ferite e traumi sparsi sul corpo, guaribili in circa 30 giorni. I carabinieri, grazie ad una breve attività investigativa sull’acquisizione di testimonianze, e forse anche sulla visione dei filmati di sistemi di videosorveglianza, sono riusciti a dare un volto e un nome ai due responsabili del bruttissimo gesto. La villa comunale Regina Elena già nei mesi scorsi è stata teatro di un fatto simile. Due quattordicenni licatesi, poi collocati in distinte case-famiglie, avevano preso a bastonate, un ex assessore comunale che, li aveva rimproverati, dopo averli sorpresi a danneggiare alcuni cartelloni. La vittima venne colpita con una spranga alla testa, e finì in ospedale.