La Procura delle Repubblica di Agrigento indaga per l’ipotesi di reato a carico di ignoti, di istigazione o aiuto al suicidio per la morte di Narcis Manole, in rumeno di 27 anni, trovato impiaccato nel carcere di contrada Petrusa. Il ragazzo arrstato una decina di giorni fa perchè aveva picchiato un anziano e due carabinieri, pare sia stato rinvenuto con chiari segni dell’impiccaggione. I parenti del rumeno credono che il loro congiunto, non avesse mai pensato o tentato di suicidarsi. Rivolgendosi ad un avvocato chiedono che sia fatta luce sull’intera faccenda.