Ha preso il via ieri, al Tribunale di Agrigento, un processo per abuso d’ufficio, falso e falso ideologico sulla villa di Cala Creta utilizzata dal cantautore Claudio Baglioni per le sue ferie estive a Lampedusa. L’artista romano non è indagato, né imputato per alcun tipo di reato. Diverso il discorso per Grazia Cosentino, Biancarosa Falletta, Franco Brignone – tutti ex o attuali funzionari dell’Utc lampedusano -, Alberto Bottino tecnico di Roma, Maximiliano Pintore e Francesco Novaro di una società immobiliare. Secondo l’accusa, l’immobile non sarebbe esistito prima del 1976, data d’inizio del vincolo paesaggistico del sito. La prossima udienza del provcesso si terrà il 28 giugno.