FOTO DROGA LAMPEDUSA

I Carabinieri della Stazione di Lampedusa, la sera dello scorso mercoledì, nell’ambito di un’attività di controllo del territorio nella quale i militari si dedicano instancabilmente ogni giorno, hanno tratto in arresto il trentaseienne lampedusano P. E. per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
In particolare, i militari all’esito delle perquisizioni condotte, hanno rinvenuto 35 grammi di Cocaina, 0,50 grammi di Hashish, bilancini di precisione e più di 10.000 euro in contanti, ritenuti con molta probabilità provento dell’attività di spaccio.
Sono state delle buste di plastica trasparenti sporche di polvere bianca, rivelatasi poi essere cocaina, a destare l’attenzione degli investigatori. A quanto risulta dalle prime ricostruzioni, inoltre, il soggetto aveva fatto della sua scrivania un piccolo laboratorio per la rivendita dello stupefacente al dettaglio, attività che gli avrebbe permesso di “arrotondare” i guadagni lavorativi.
La Procura di Agrigento, prontamente informata, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, nel corso della quale l’arresto veniva convalidato e disposta nei confronti dell’uomo la misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.
Il successivo giudizio di merito servirà a vagliare le responsabilità del soggetto, le quali non sono ancora definitivamente accertate.