Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa si recherà domani mattina, a Lampedusa, per salutare e portare il proprio ringraziamento ai 160 militari delle Forze Armate impegnati nell’operazione denominata “Strade sicure – Emergenza umanitaria”, per lo svolgimento di attività di sorveglianza in concorso alle Forze di Polizia. Nel corso della visita, che avrà luogo presso il distaccamento dell’Aeronautica Militare, il ministro incontrerà anche il personale dell’Associazione Nazionale Alpini (Ana), alcuni dei quali hanno partecipato all’iniziativa “Vivi le Forze Armate. Militare per tre settimane”, che, dallo scorso 8 aprile, volontariamente sta contribuendo alla raccolta dei rifiuti e alle attività di pulizia sull’isola. Intanto, nessuno sbarco nella notte sull’isola di Lampedusa dove non arrivano immigrati da ventiquattro ore, anche a causa del mare agitato. A Pantelleria , intanto, sono riprese questa mattina le ricerche dell’immigrato nigeriano disperso ieri durante il naufragio del barcone con a bordo 192 persone davanti alle coste dell’isola. Il peschereggio, partito dalla Libia, si è infranto sugli scogli. Due giovani donne sono morte. Tra oggi e domani i 189 superstiti dovrebbero essere trasferiti sull’isola di Lampedusa da dove saranno poi smistati in centri d’accoglienza per i profughi.