Notte tranquilla sull’isola di Lampedusa, dove nella notte non ci sono stati sbarchi di immigrati, dopo quello dei 220 profughi, tra cui molte donne e bambini, avvenuto ieri pomeriggio grazie alla Guardia costiera che li ha salvati dal naufragio. Il maltempo e il vento forte nel Canale di Sicilia impediscono ai barconi di potere raggiungere le coste siciliane. Dalla Capitaneria di porto fanno sapere che al momento non si registrano neppure avvistamenti. Intanto hanno trascorso la loro prima notte alla ex base militare Loran i 220 profughi, provenienti dall’Africa subsahariana e partiti dalla Libia. Oggi intanto riprendono, dopo lo stop di ieri, i voli da Lampedusa per rimpatriare gli immigrati tunisini, così come previsto dall’accordo tra l’Italia e la Tunisia dopo la firma del 5 aprile. Tensione al Centro d’accoglienza, dove si trovano gli oltre 150 tunisini, dove serpeggia già il malumore per l’annunciato rimpatrio. Alcuni di loro hanno annunciato forme di protesta. Particolare spiegamento di forze nella struttura di contrada Imbriacola. I primi trenta dovrebbero lasciare l’isola intorno a mezzogiorno.