Uno sciopero della fame è stato annunciato ieri pomeriggio dagli immigrati tunisini ospiti del Centro di accoglienza di Lampedusa per protestare contro il rimpatrio nel loro paese. I mugugni e le proteste sono iniziate subito dopo avre appreso che i 28 immigrati trasferiti ieri mattina in aereo da Lampedusa hanno raggiunto l’aeroporto di Palermo e da lì l’aeroporto di Tunisi. La situazione sta adesso rientrando, ma i tunisini continuano a chiedere di non essere rimpatriati. Sono complessivamente una cinquantina i migranti provenienti dalla Tunisia e sbarcati ad aprile al Centro di accoglienza di Contrada Imbriacola. E’ stato sospeso il volo previsto per ieri sera per un altro gruppo di tunisini. I rimpatri riprenderanno sabato mattina con un altro ponte aereo.