Dopo una breve tregua a causa del maltempo, sono ripresi gli sbarchi di migranti a Lampedusa: un’imbarcazione con 46 tunisini, tra cui tre donne, è stata soccorsa in nottata da una motovedetta della Guardia di Finanza. Uno degli extracomunitari, trasbordati sull’unità delle Fiamme Gialle, è stato tratto in salvo dopo essere finito in mare. E un altro barcone con circa 300 profughi provenienti dalla Libia è già stato avvistato nel Canale di Sicilia. Nel centro di prima accoglienza dell’isola, dove oggi è atteso l’arrivo del ministro della Difesa Ignazio La Russa, ieri si era era registrata la protesta di un centinaio di immigrati contro i rimpatri avviati in questi giorni dopo l’accordo con il governo tunisino.