I cittadini ucraini in fuga dalla guerra che si trovano sul territorio della provincia di Agrigento hanno l’opportunità di fruire di una gamma di servizi sanitari dedicati alla prevenzione e al trattamento dei disturbi psichici sia degli adulti che dei minori. Nell’ambito del Progetto COOPERA, “I COmuni MiglioranO PER Arginare le vulnerabilità” finanziato dal Ministero dell’Interno a cui l’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento ha aderito, sono già  operative diverse equipe che accolgono e prendono in carico, donne, uomini, bambini e ragazzi provenienti da paesi extra Unione Europea, attualmente domiciliati in Italia, che accusano  problemi psicologici o psichiatrici, in conseguenza delle esperienze traumatiche vissute. Quattro gli ambulatori attivi all’ASP di Agrigento, due dedicati agli adulti e due ai minori. L’“equipe psichiatria adulti 1” è operativa nell’ospedale di Agrigento il mercoledì ed il venerdì dalle 14:30 alle 18:30, mentre l’“equipe psichiatria adulti 2” si trova nei Centri di Salute Mentale di Canicattì e Licata l’intera giornata del lunedì ed il martedì dalle 14 alle 19. Per i minori i servizi sono disponibili nella sede della Neuropsichiatria infantile dell’ex ospedale di via Giovanni XXIII ad Agrigento e di Licata e Palma di Montechiaro (rispettivamente il venerdì ed il mercoledì dalle 15 alle 19). Nel caso in cui ci siano difficoltà a raggiungere le sedi, è attiva anche un’unità mobile a supporto degli ambulatori con base operativa al Sert della Cittadella sanitaria Agrigento (mercoledì e venerdì dalle ore 14:30 alle ore 19:30).