Tarderà a nascere la nuova Società per la Regolamentazione dei Rifiuti prevista per domani e che vedrà i comuni protagonisti nella gestione del servizio di igiene ambientale. Oggi, tra gli uffici dell’Ato Gesa Ag 2 , si è fatto il punto della situazione in merito a questa nuova era che caratterizzerà il settore dei rifiuti.

In queste ore si rimane in attesa di un imminente decreto regionale che specifichi come, a partire da domani, deve essere gestito il servizio di raccolta tra le città interessate dal cabiamento in attesa della nasacita delle SRR.

Non manca tra i sindaci la preoccupazione su una possibile paralisi della raccolta in assenza del decreto regionale. Per cui è stato chiesto all’amministratore delegato dell’Iseda , Giancarlo Alongi un possibile intervento delle ditte per far fronte all’eventuale problema. Alongi però non può offrire alcuna garanzia di aiuto. 

Intanto la stipula dell’atto per la nascita delle Srr davanti al notaio, dovrebbe avvenire venerdi prossimo.