Lega il suo cane a un palo vicino al Municipio di Agrigento, alcuni passanti credono che l’animale sia morto e chiamano la polizia. E’ quanto successo ieri intorno alle 11, in piazza Gallo. Un agrigentino, che aveva con sé un cane, è stato respinto dall’impiegato di servizio all’ingresso del Comune poiché sarebbe vietato entrare con animali al seguito. L’uomo ha così pensato di lasciare il cane legato ad un palo a poche decine di metri di distanza dalla sede comunale, sotto il sole. Mentre l’uomo si trovava all’interno degli uffici comunali il cane è svenuto e alcuni passanti hanno allertato il centralino del 113. Bel frattempo è tornato il proprietario dell’animale che ha spiegato ai poliziotti come si erano svolti i fatti. Gli agenti hanno ipotizzato il reato di maltrattamento di animali, poi l’uomo se l’è cavata solamente con una diffida.