I militari della Tenenza di Licata hanno tratto in arresto due corrieri di droga di orginine marocchina ma residenti da tempo a Licata, Hatan Mohamed e El Hachim Larbi, trovati in possesso di 8 panetti di hashish del peso complessivo di 800 grammi. I finanzieri sono giunti all’individuazione dei due extracomunitari a seguito dell’intensificazione dell’attivita’ di controllo del territorio disposto dal comandante provinciale della guardia di finanza di Agrigento, Vincenzo Raffo, con particolare riferimento ai pulman che percorrono l’asse viario Licata – Palermo, citta’ di approvigionamento degli spacciatori licatesi. Dopo un’intensa attivita’ investigativa i finanzieri notavano che i due extracomunitari erano su di un pulman che ritornava da palermo. Predisponevano quindi un servizio di pedinamento del mezzo sino a giungere alla prima fermata ove scendevano con in mano diversi sacchetti di plastica. Gli stessi, identificando i finanzieri anche se in abiti civili, si liberavano dei contenitori e hanno tentato di darsi alla fuga ma venivano immediatamente bloccati dai militari. il successivo riscontro del contenuto dei sacchetti dei quali si erano disfatti gli extracomunitari permettevano il rinvenimento di 8 panetti di hashish camuffati in mezzo a della carne, con l’intento di camuffarne l’odore in caso di controllo con i cani antidroga. La sostanza stupefecente veniva immediatamente sottoposta a sequestro e i due corrieri venivano accompagnati presso gli uffici della Tenenza e, dopo le formalita’ di rito , sono stati associati presso la Casa circondariale di Agrigento e posti a disposizione dell’Autorita’ giudiziaria.