Due persone di Licata sono state arrestate dalla polizia e subito dopo sono state poste agli arresti domiciliari. I provvedimenti sono stati emessi dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo. Gli agenti del Commisariato di Licata, hanno accompagnato nelle rispettive abitazioni, Giuseppe Cusumano, 65 anni di Licata, e Calogero Bonvissuto, 24 anni. Nel primo caso, quello relativo a Cusumano, gli agenti hanno eseguito un ordine di arresto emesso dal tribunale di sorveglianza di Palermo, per una pena residua che il licatese deve ancora scontare, in tutto 8 mesi e 23 giorni di reclusione. I fatti si riferiscono ad una condanna divenuta definitiva per il reato di furto di materiale ferroso commesso da Cusumano nel 2008, tra Licata e Ravanusa. Nel caso di Bonvissuto, il giovane deve ancora scontare una pena residua di 1 mese e 22 giorni di carcere, per una condanna ad 8 mesi di reclusione per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti.