Tragedia nel pomeriggio della vigilia di Ferragosto nelle acque del mare antistante la spiaggia di Marianello, in territorio di Licata, dove per annegamento ha perso la vita un cittadino del Ghana, Kwabena Tuffour, di 25 anni. Il giovane extracomunitario, in attesa del permesso umanitario dallo scorso 14 luglio, era giunto a Licata, ospite di don Gaspare Di Vincenzo, responsabile del centro sociale 3P(Padre Pino Puglisi). Lo sfortunato giovane insieme ad altri extracomunitari ospiti del centro, accompagnati da don Di Vincenzo e da quattro operatori erano giunti nell’affollato arenile licatese per trascorrere la domenica di Ferragosto. Il giovane si è tuffato in mare, in pochi attimi il suo corpo è stata visto galleggiare. Un bagnino ha recuperato l’extracomunitario, portato a riva. Era ancora vivo quando è stato preso in consegna dal personale medico. L’extracomunitario è deceduto prima dell’arrivo in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso. Sempre nelle acque del mare di Licata, un 61enne licatese, Vincenzo Trovatoha rischiato di annegare lungo la costa denominata Foce Gallina. Soccorso è stato trasportato prima al nosocomio di Licata, valutate le gravi condizioni, l’uomo è stato trasferito al reparto di Rianimazione dell’ospedale di Gela.