Segnali di grande prudenza arrivvano dei vertici della Chiesa agrigentina in merito al presunto pianto della madonna ritratta in un capezzale di proprietà di una famiglia di Licata. Il vicario generale, Melchiorre Vutera, manifesta estrema cautela: “Abbiamo il massimo rispetto per quello che hanno visto il vicario foraneo di Licata e il parroco del posto. Costoro hanno detto di avere avuto  l’impressione che dal volto della madonna fluisse del liquido oleoso. Questo farebbe pensare allo scioglimento di qualche parte del quadro, ma è giusto non sbilanciarsi. Attendiamo una relazione dettagliata sullo stato della situazione e successivamente si deciderà sul da farsi.  Siamo molto attenti all’evoluzione dei fatti, ma questo è il momento della calma”.