Pene per complessivi 56 anni di reclusione sono stati chiesti dai pubblici ministeri Andrea Bianchi e Andrea Maggioni al termine della requisitoria del processo “Lenone”. La pubblica accusa ha chiesto 11 per il romeno Vasile Radu di 29 anni; 10 anni per Cocuta Radu, di 55 anni, e i suoi figli Gicu e Ion Radu di 32 e 24 anni; 9 anni per il palmese Gioacchino Vella di 35 anni; 4 anni per il licatese Angelo Grillo e 2 anni per suo fratello Tommaso. I componenti della famiglia romena sono accusati di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione minorile di alcune ragazze romene. I fatti si sarebbero verificati aLicata nel 2009.