Il Pubblico Ministero della Direzione distrettuale antimafia, Fernando Asaro a conclusione della requisitoria nell’ambito del processo scaturito a seguito dell’operazione antimafia denominata “Family” ha chiesto la condanna a 12 anni di carcere per Angelo Alaimo, 54 anni, 10 anni di reclusione per Giuseppe Arnone e l’omonimo Angelo Alaimo, 64 anni, tutti di Castrofilippo. I tre hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato. Il processo di sta celebrando presso il Tribunale di Palermo. Il pm ha insistito altresì nella richiesta di rinvio a giudizio per Antonino Bartolotta, 86 anni, e l’ex sindaco di Castrofilippo, Salvatore Ippolito, che hanno scelto il rito ordinario. A seguito hanno formulato le rispettive conclusioni le parti civili costituite e rappresentate dagli avvocati Arnaldo Faro e Bevilacqua. Nel corso della medesima udienza ha concluso anche l’avvocato Ninni Reina, nell’interesse dell’imputato Giuseppe Arnone. Il 16 maggio proseguiranno le arringhe degli altri difensori. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Giovanni Castronovo, Giovanni Barba, Nino e Vincenza Gaziano, Salvatore Manganello e Calogero Sferrazza.