Ancora danni dovuti alla pioggia caduta abbondante nelle ultime ore. Il personale stradale del Libero Consorzio Comunale di Agrigento ha infatti eseguito numerosi interventi per la rimozione di fango e detriti su diverse strade provinciali. Dopo la temporanea chiusura delle SP 17-B Siculiana-Raffadali per lo straripamento di un torrente e della n. 24 Agrigento-Cattolica Eraclea invasa da enormi quantitativi di fango,  è stato disposto il transito a senso unico alternato su una parte della carreggiata della SP n. 15-B Grotte-Racalmuto a causa del crollo di un muro di sostegno. In queste ore tecnici e capicantonieri del Settore Infrastrutture Stradali stanno effettuando un’attenta ricognizione della rete stradale, con numerose strade alle prese con situazioni limite per la transitabilità.  Interventi anche del personale dell’Ufficio di Protezione Civile del Libero Consorzio, con alcune abitazioni a San Leone evacuate a causa della violenta mareggiata e vari interventi, come quello effettuato nella zona di Giardina Gallotti in soccorso di una famiglia rimasta bloccata dal fango.Situazione difficile anche nel comparto est sulle Strade Provinciali n. 7 Licata-Riesi, SP n. 11 tra Licata-Ravanusa e Fiume Salso e n. 62 Licata-Butera, con grosse difficoltà nella rimozione del fango a causa della ripresa degli eventi di pioggia. Problemi anche sulla SP n. 26 B, nel territorio di San Giovanni Gemini, per la rottura di una fognatura. Un po’ ovunque strade allagate e con pericoli diffusi per la circolazione dei veicoli.

Si ricorda ancora una volta, per la segnalazione di eventuali emergenze, il numero telefonico 3336141869, attivato ieri dall’Ufficio di Protezione Civile del Libero Consorzio di Agrigento.