I truffati sono due: un agrigentino e un sardo. L’oggetto della truffa è un’auto , una Ford Sierra Cosworth . L’agrigentino , un 66enne , è il proprietario dell’auto che mette in vendita on line al prezzo di 18mila euro. Trova il presunto acquirente al quale manda tutta la documentazione del veicolo. Il presunto acquirente avrebbe rimesso in vendita su un altro sito di annunci on-line il veicolo. Contattato dal sardo, il presunto truffatore si sarebbe fatto consegnare un acconto da 500 euro, ma l’auto non sarebbe mai arrivata. Il sardo avrebbe così poi contattato il reale proprietario dell’auto, ovvero l’agrigentino, che ignaro di tutta la trattativa non ha potuto fare altro che presentare denuncia alla Polizia di Stato.

Denuncia che è stata presentata anche dal sardo. Ora spetterà agli agenti della sezione “Volanti” con i colleghi della “Postale” effettuare le indagini e risalire al presunto truffatore. La polizia postale , con l’aumento dei casi di truffe on line, invita a prendere tutte le precauzioni necessarie., Le notizie di cronaca su questo argomento si rincorrono in tutta Italia ed è per questo che prima di vendere è importante seguire alcuni consigli come , ad esempio, controllare i dati dei potenziali acquirenti facendo una ricerca online, accetta pagamenti solo tramite bonifico bancario tracciabile, non inviare fotocopie di dati personali o documenti relativi all’auto.