fbpx

Momenti di tensione ieri durante il trasferimento di un’ottantina di migranti intercettati a largo delle coste agrigentine e trasportati alla tensostruttura di Porto Empedocle. Ieri sera, mentre il bus li stava conducendo in una struttura a Trapani, è scoppiata una rivolta all’altezza di Cattolica Eraclea. Alcuni migranti hanno prima aggredito l’autista del pullman, costringendolo a fermare la marcia e poi sono fuggiti dal mezzo dopo aver travolto uno dei carabinieri in servizio nelle attività di scorta. Una decina di loro è riuscita a fuggire, gli altri sono stati intercettati nelle campagne circostanti. Lo sbarco degli 80 migranti si era registrato ieri pomeriggio. Il barcone è stato intercettato al largo della costa empedoclina. Il gruppo, una volta trasferito nella tensostruttura allestita al molo, è stato sottoposto alle procedure di identificazione. Al porto empedoclino ad attenderli c’era un’ambulanza del 118, un pullman per il loro immediato trasferimento all’attigua tensostruttura e una pattuglia della polizia. Una donna incinta è stata trasferita con l’ambulanza, in via precauzionale, al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”.