Ha già cambiato legale, non parla e in un momento di rabbia, se così si può definire, si sarebbe addirittura mangiato le carte dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere. In totale tredici fogli strappati a pezzettini e ingoiati da Soufiene Mouzhair, 22 anni, marocchino, arrestato dai carabinieri con l’accusa di rapina, culminata con la morte della prostituta colombiana di 25 anni, Cindy Vanessa Candelo Arroyo. Il giovane nordafricano dal 13 aprile scorso è rinchiuso nel carcere di contrada Petrusa, dopo che il Gip del Tribunale di Agrigento, Alberto Davico, ha applicato per lui la custodia in carcere, accogliendo di fatto la richiesta del pubblico ministero Antonella Pandolfi, titolare del fascicolo d’inchiesta. L’immigrato nel corso dell’interrogatorio di garanzia, alla presenza dell’avvocato Serena Gramaglia, aveva preferito fare scena muta, avvalendosi della facoltà di non rispondere. Da quel giorno ha preferito trincerarsi dietro al silenzio più assoluto con tutti perfino con il suo difensore, la quale ha rinunciato a difenderlo. Alcune settimane fa in uno scatto d’ira avrebbe strappato con violenza il provvedimento che lo obbliga a stare in carcere, per poi ingoiare i pezzi di carta come un normale pasto. A Mouzhair i carabinieri del Nucleo operativo di Agrigento sono arrivati attraverso alcune intercettazioni telefoniche. Per settimane è stato tenuto sotto controllo, fino a quando a telefono mentre conversava con amici avrebbe fatto delle vere e proprie ammissioni, parlando del suo coinvolgimento assieme all’algerino Mohamed Juda, 21 anni, arrestato e attualmente sotto processo.

Un pensiero su “Morte prostituta, il marocchino coinvolto nella rapina inghiotte i fogli dell’ordinanza”
  1. La maledizione è scesa sull’Italia e sugli italiani. Fino a qualche decennio fa, nessuno avrebbe pensato che l’Italia sarebbe stata invasa da TUTTA LA FECCIA esistente in questo mondo! Non c’è nazione, regione, contea o tribù che non abbia spedito in Italia il frutto del suo albero. Frutti malati, come malati sono gli alberi da cui provengono! Organismi internazionali pieni zeppi di soldi dei contribuenti di Paesi Civili, versando facili capitali hanno spianato la strada a tutta questa FECCIA, condendola con parole pietose per rammollire i già deboli sistemi nervosi dei paesi civili che, in tal modo, hanno firmato la carta del loro DECLINO IRREVERSIBILE. La Storia farà luce sulla maledizione che ha colpito l’Italia e l’Europa intera; e questa maledizione ha un nome nazionale ed uno internazionale. Quello nazionale si chiama LEGGE MANCINO e quello internazionale si chiama TRATTATO DI SCHENGEN. Quando questi due saranno buttati nella spazzatura (come meritano) assieme ad altri TRATTATI-SPAZZATURA, inizierà una nuova ERA per l’Italia e per l’Europa! Ma occorreranno non meno di 50 anni prima che il Popolo si possa risollevare, con gravi sacrifici. Peggio di una GRANDE GUERRA! L’immigrazione (quella attuale del “terzo millennio”) è il MALE ASSOLUTO. Tutti gli altri mali sono RELATIVI!

I commenti sono chiusi.