I giudici della Corte d’Appello di Palermo hanno ridotto la pena inflitta in primo grado a Giuseppe Sardino, di Naro, collaboratore di giustizia, ex boss mafioso e consigliere comunale. In primo grado il Gup del Tribunale di Palermo lo aveva condannato a 3 anni di reclusione. Ieri la pena è stata ridotta a 2.  Il reato contestato era di associazione per delinquere di stampo mafioso. La quantificazione della pena tiene conto delle attenuanti che si applicano ai pentiti. Sardino dovrà inoltre risarcire il Comune di Naro e la Provincia Regionale di Agrigento, costituiti in giudizio parte civile. Il narese era stato arrestato dalla polizia nell’aprile del 2008 nell’ambito dell’inchiesta “Mercurio”.