La Procura della Repubblica di Agrigento ha chiesto il rinvio a giudizio di Dino Di Caro, 46 anni, di Camastra, Girolamo Vitanza, 48 anni, di Naro, Calogero Iacolino, 44 anni, di Naro, e Giuseppe Manzone, 38 anni, di Naro. I quattro imputati sono accusati di truffa aggravata, false fatturazioni e violazione delle normative in materia tributaria e previdenziale. I fatti contestati riguardano l’emissione di false fatture per fare lievitare i costi e calare l’importo dei tributi da pagare e dichiarazioni infedeli per ottenere l’erogazione di un finanziamento per l’apertura di un agriturismo. Le indagini sono state effettuate dalla Guardia di finanza. A decidere sulla richiesta avanzata dalla Procura sarà il Gip Alberto Davico.