fbpx

Non luogo a procedere verso i netturbini di Favara e la richiesta al Comune di rispettare gli impegni presi. Sono le decisioni deliberate ieri dalla Commissione di Garanzia di Roma . A darne notizia è la Cgil di Agrigento. Come è noto a seguito del mancato pagamento di 4 mensilità i lavoratori si sono astenuti dal lavoro. “Era stato il sindaco di Favara- dicono  Alfonso Buscemi e Vincenzo Iacono rispettivamente segretario generale della Cgil e della Funzione Pubblica agrigentina- con diverse note inviate alle autorità tra cui, appunto, la Commissione di Garanzia a chiedere di sanzionare i lavoratori dell’igiene ambientale del proprio comune in relazione all’astensione spontanea e, considerato quanto emerso dall’istruttoria la Commissione ha deliberato il non luogo a procedere.Secondo la commissione- continuano i sindacalisti- sono evidenti le ragioni dei lavoratori che ciclicamente sono costretti a sacrificare la metà di uno stipendio per rivendicare il diritto alla retribuzione”. I due dirigenti sindacali sottolineano che “ in questa situazione di forte disagio dei lavoratori, quasi tutti monoreddito bisogna dare atto che senza l’autorevole intervento del Prefetto di Agrigento la vertenza non si sarebbe risolta. Auspichiamo che sin d’ora si mettano in campo tutti gli strumenti opportuni per evitare che nei primi giorni di maggio non si debba ripetere ancora una volta la forte protesta dei lavoratori”