Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Graziella Luparello ha condannato a 2 mesi di reclusione – pena sospesa – l’agrigentino Carmelo Serafini, 37 anni, finito sotto processo dopo le denunce della moglie. L’imputato assistito dall’avvocato Daniela Posante era accusato di avere abbandonato la famiflia omettendo di contribuire al sostentamento di moglie e figli a partire dal 2010. Un’ulteriore imputazione era relativa alla presunta sottrazione di una parure d’oro, composta da anello, collana e orecchini, che sarebbe stata girata al Banco dei Pegni per ottenere un prestito. Da questa accusa è stato assolto.