L’Asp e l’Inps, chiamati, unitamente ai sindacati ed ai patronati, al tavolo di verifica e di concertazione dal Presidente del Comitato Provinciale Galione, hanno dovuto esplicitamente ammettere, il fallimento ad Agrigento della sbandierata riorganizzazione telematica delle dinamiche burocratico – sanitarie per il riconoscimento o la convalida del diritto alla pensione di inabilità e dell’indennità di accompagnamento. “Le Commissioni sanitarie integrate Asp-Inps non hanno funzionato,” afferma Piero mangione, segretario provinciale Spi “il sistema della verbalizzazione telematica delle visite ha fatto cilecca e, tornando al cartaceo, i fascicoli sono finiti in parcheggio. L’INPS dovrebbe costituire, con urgenza, una apposita equipe di operatori per la esclusiva lavorazione degli arretrati,”– sottolinea infine Piero mangione.