Si sono svolti nella chiesa della Santissima Trasfigurazione di Palma di Montechiaro, i funerali di Damiano Caravotta 25 anni, il palmese ucciso al culmine di una lite, dal nipote sedicenne. Una grande folla ha assistito alla celebrazione della Santa Messa. Toccante l’omelia proninciata da don Sebastian. Momenti di dolore e disperazione quelli vissuti dalla giovane vedova. La vicenda ha visto uno studente di 16 anni impugnare una pistola e sparare contro il fratello del padre. Il minore si trova rinchiuso presso il carcere Malaspina di Palermo. Sabato il giovane è comparso davanti al giudice per l’interrogatorio di garanzia. Ha ammesso di aver ucciso lo zio. Contemporaneamente nella sezione femminile del carcere di contrada Petrusa, davanti al Gip Zammuto, si è svolta l’udienza di convalida del fermo, di Giuseppina Ribisi, madre dello studente omicida.