Con l’accusa di tentata violenza sessuale, detenzione e porto abusivo di arma da taglio e minaccia, i carabinieri della stazione di Palma di Montechiaro hanno arrestato un cittadino tunisino di 26 anni, da tempo residente in città. La vicenda si sarebbe verificata lo scorso 8 settembre durante i festeggiamenti della Madonna del Castello. Teatro della tentata violenza sessuale sarebbe stata la villa comunale. La vittima è una cittadina somala da anni residente a Palma. Il tunisino brandendo un coltello l0avrebbe puntato al fidanzato della donna, allo scopo di farlo allontanare per abusare della compagna. L’intervento di alcuni passanti, attirati dalle urla, ha consigliato al nordafricano di dileguarsi in tutta fretta. Grazie alle testimonienze dei due fidanzati i carabinieri sono risaliti al presunto bruto.

Un pensiero su “Palma di Montechiaro, denunciato presunto bruto”
  1. Mentre i musulmani con il loro sangue intriso di odio verso i cristiani, bruciano le loro chiese, attentano alla loro vita con ogni mezzo anche inimmaginabile, noi italiani beoti ed europei super beoti, li accogliamo (tra non molto con la BANDA MUSICALE a Lampedusa), organizziamo demenziali FESTIVAL, progettiamo e costruiamo MENSE per rifocillarli e, alla fine, malgrado 30 e passa anni di esperienza, non vogliamo assolutamente capire, che sono la nostra ROVINA ora (ed il mastodontico debito pubblico lo dimostra) e per tutta l’eternità (a causa della montagna di denaro pagato annualmente a titolo di “interessi del debito sovrano”). L’accoglienza che è stato il “leitmotiv” della nascitura Europa è stata, in realtà, la “marcia funebre” dell’Europa medesima, che ha creato dentro di sè uno STATO INVISIBILE, un cancro dentro il suo seno, grande numericamente quasi quanto la SPAGNA che divora giorno per giorno le sostanze che produce. Uno Stato Invisibile che non permette alla gioventù di lavorare ed avere un futuro, uno Stato Invisibile, la cui mentalità cozza con la millenaria civiltà europea, dove per civiltà non s’intende solo il denaro e la ricchezza ma, sopratutto, è riferita alle menti eccelse che l’hanno fatto progredire, ai sommi poeti, ai grandi pensatori, ai grandi conduttori che hanno fatto GIGANTE l’Europa. Mentre ora dobbiamo assistere al CROLLO della nostra CIVILTA’, dobbiamo vedere i nostri figli SENZA SPERANZA e senza futuro. I Culi caldi che governano Italia ed Europa, con i loro stipendi d’oro, con le loro comodità, non si rendono minimamente conto che le FAMIGLIE cioè il POPOLO sta entrando in una fase irreversibile di rovina totale. Ma il popolo che va in rovina (la Storia insegna) ha un solo modo per risollevarsi. Con la differenza, rispetto al passato, che non sfuggirà una sola mosca alle ingiustizie che il popolo stesso è costretto a sorbirsi giorno dopo giorno, ora dopo ora, per tanti tanti anni. Alla pressione eccessiva, oltre un certo limite, la natura insegna, c’è lo scoppio. Ed allora, saranno cazzi amari per tanti!

I commenti sono chiusi.