fbpx

Archiviate le festività pasquali 2011 tra ricchi pranzi e uova di cioccolato. E già! non c’è pasqua che si rispetti senza un abbondante pranzo per gli adulti e senza il classico scambio di uova di cioccolato per i bambini che attendono questo momento con grande gioia.

Ma la Pasqua è stata molto sentita dagli agrigentini soprattutto attraverso i diversi riti religiosi che si sono svolti nelle varie chiese a cui vi hanno preso parte numerosissimi.

In un territorio ricco di storia, di tradizioni, e di fede, la Pasqua ad Agrigento ha offerto intense suggestioni e numerosi momenti di profondo contatto popolare. A Siculiana, in particolare, domenica pomeriggio in Piazza Marino, si è svolta con gran successo la tradizionale “corsa di San Michele Arcangelo”. Si tratta di una processione in cui alla fede si fondono momenti di folclore, musica e allegria. Tutto è iniziato con l’incontro tra il Cristo Risorto e l’Arcangelo Michele, da li in poi sono seguite le corse di quest’ultimo verso San Pietro, la Maddalena e San Giovanni ai quali ha annunziato la lieta notizia. Infine, il momento più bello è stato caratterizzato dall’incontro della Madonna con il Figlio.

Ieri la festività è proseguita con la pasquetta, e nonostante le avverse condizioni meteorologiche, gli agrigentini non hanno mancato al classico appuntamento delle scampagnate in diverse località balneari e di montagna dando vita ad un altro giorno di festa attraverso le classiche grigliate di carne e pesce.