fbpx

Pesca in zona non consentita, la Capitaneria di porto di Porto Empedocle ha eseguito 3 verbali e 2 sequestri amministrativi per sanzioni che ammontano complessivamente a 6.000 euro. Nello specifico, sono stati sequestrati: circa 40 metri di rete (non conforme alla normativa prevista) e 33 chili di prodotto ittico (in quanto pescato con attrezzi non consentiti). L’intero prodotto ittico sequestrato, considerato in buono stato di conservazione da parte del veterinario, è stato devoluto in beneficienza in enti caritatevoli.

L’area nella quale è stata riscontrata l’attività illecita fa parte di una delle tre “aree di restrizione”, individuate nel Mediterraneo, per la tutela di alcuni stock ittici, nello specifico il nasello europeo e il gambero rosa. Nello specchio acque in questione vige il divieto di pescare con reti a strascico.