fbpx

In Sicilia sono state vaccinate circa 67 mila persone sulle 140 mila che dovranno essere vaccinate entro marzo. Oltre seimila le dosi somministrate nell’agrigentino dall’avvio della campagna vaccinale, il due gennaio scorso, sino alla data di del 10 gennaio. Secondo quanto previsto dal piano nazionale, anche in Sicilia la campagna vaccinale prevede quattro fasi. Nella fase 1, quella in corso, che va da gennaio a marzo 2021, rientrano tutte le persone più esposte al rischio di contagio, quindi gli operatori sanitari e sociosanitari sia pubblici che privati, ospiti in lungodegenza nelle residenze per anziani, persone di età avanzata over 80. Nella fase 2 saranno vaccinate persone con comorbilità o immunodeficienza, personale scolastico ad alta priorità e adulti over 60. Nella fase 3 il vaccino sarà somministrato ai lavoratori dei servizi essenziali, nelle carceri e nei luoghi di comunità, a persone con comorbilità moderata e al personale scolastico e agli insegnanti rimanenti. Nella fase 4 sarà vaccinata tutta la popolazione rimasta esclusa nelle prime fasi. Il presidente della commissione Salute dell’Ars Margherita La Rocca Ruvolo a margine dell’audizione dell’assessore Ruggero Razza sul piano vaccinale anti Covid ha chiesto di dare priorità nella vaccinazione alle persone fragili e con disabilità gravi. “ Il nostro obiettivo- dice La Rocca Ruvolo- è quello di arrivare a fare 4 milioni di vaccini entro il mese di agosto, in linea con quanto previsto a livello nazionale. La macchina sanitaria si sta preparando, anche con il reclutamento di nuovo personale, per effettuare una campagna di vaccinazione massiva che prevede, a partire da marzo, la somministrazione di circa 35 mila vaccini al giorno”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.