fbpx

Gli agenti della Sezione anticrimine del Commissariato di Licata, diretto da Cesare Castelli, hanno eseguito 4 provvedimenti emessi dalla Autorità giudiziaria. A seguito di sentenze definitive sono state eseguite 3 misure della libertà controllata, a carico di licatesi condannati a pene di multe o ammende anche per svariate migliaia di euro (96 giorni a seguito di conversione di ammenda per una sentenza di condanna a 24.000 euro; 47 giorni a seguito di conversione di multa per sentenza di condanna a 12.000 euro, e 2 giorni a seguito di conversione di multa per sentenza di condanna a 300 euro).

Le misure prevedono diverse prescrizioni limitative della libertà quali il rientro nella abitazione nelle ore serali e notturne, con obbligo di permanenza e finanche l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Infine, un licatese di 50 anni, a seguito di sentenza definitiva, è stato sottoposto alla detenzione domiciliare, dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo, poiché deve scontare una pena ad 1 anno, 8 mesi e 20 giorni per i reati di resistenze a Pubblico ufficiale, evasioni e minacce gravi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.