fbpx

Domani diventano a pagamento le aree di sosta in piazza Ravanusella e nel nuovo parcheggio di piazza stazione.
Gli automobilisti che si recano nel centro cittadino dovranno pertanto munirsi di park card anche per sostare in queste zone.
Crescono pertanto i parcheggi a pagamento ad Agrigento, notizia che infastidisce molti cittadini viste anche le poche aree libere nelle quali parcheggiare a cui si aggiunge anche la presenza dei parcheggiatori abusivi.
Il comandante della polizia muncipale Cosimo Antonica concorda sulla necessità di incrementare le zone di sosta in città.
Sin dal suo insediamento, sottolinea Antonica, è stato effettuato un esame sulle zone destinate ai parcheggi decidendo anche di rimuovere molti divieti di sosta come per esempio in via XXV aprile, e si valutano anche altre novità su questo fronte.
Per quanto riguarda la presenza massiccia si parcheggi a pagamento, Antonica aggiunge come questa scelta è anche giustificata dal fatto che così si consente di ampliare la disponibilità dei parcheggi e permettere a più gente di recarsi nel centro città.
La logica, contestabile o meno, è la seguente: l’automobilista paga per una durata della sosta e quindi non rimane parcheggiato per un tempo illimitato.
E domani al comune di Agrigento si discuterà sulla questione del personale precario della Polizia Locale.
Considerato personale necessario, i precari assicurano circa l’80% della presenza giornaliera in città.
L’obiettivo sembra essere quello di stabilizzarli.
Ma la battaglie dei precari è quella di trovare una soluzione adeguata cercando di eliminare la gravosa minaccia del declassamento.