Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Michele Contini, ha assolto Gerlandino Gravano, 36 anni, di Porto Empedocle, accusato di furto aggravato. Accolte le istanze del difensore dell’imputato l’avvocato Giuseppina Ganci. Gravano, la notte tra il 19 e il 20 marzo 2013, si è introdotto in un’abitazione di Montallegro ed è stato tratto in arresto dai militari della locale Stazione. Era stato lo stesso padrone di casa a bloccarlo dopo aver sentito alcuni rumori sospetti provenire dal bagno. L’avvocato Giuseppina Ganci ha obiettato che il proprio assistito, al momento del furto, era incapace di intendere e di volere.