fbpx

Personale del Nucleo sminamento difesa antimezzi insidiosi della Marina Militare di Augusta, ha fatto brillare ieri mattina una bomba d’aereo risalente alla seconda guerra mondiale. L’operazione è stata effettuata in mare a 3 miglia a sud da Punta Piccola. La bomba, lunga un metro per 30 cm di diametro, era stata pescata dal peschereccio Maria Lorenza di Porto Empedocle che se l’era ritrovate nelle reti. Il peschereccio è stato fatto ormeggiare dalla Capitanerai di Porto nella punta del molo del porto empedoclino, nei presi dell’eliporto,  zona che  per precauzione è stata interdetta dalla navigazione. Quindi è stato informato lo speciale nucleo degli artificieri della Marina Militare che, dopo aver provveduto all’identificazione dell’ordigno ha proceduto alla sua rimozione dal peschereccio ed al successivo trasferimento in una zona di sicurezza ad oltre un miglio e mezzo dalla costa.