La Guardia di Finanza ha sequestrato alcuni beni immobili riconducibili all’empedoclino Giovanni Putrone, 60 anni, fratello dell’ergastolano Giuseppe e del collaboratore di giustizia Luigi. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Agrigento (sezione misure di prevenzione). Il sequestro ha riguardato un appartamento sito in contrada Ciuccafa, un garage, un terreno e un altro fabbricato. I beni sono intestati anche alla moglie di Putrone. A carico dell’empedoclino pendono due condanne non ancora definitive scaturite dai processi antimafia “Fortezza” e “Marna”.