Il Pm Giacomo Forte ha chiesto la condanna degli imputati coinvolti in una spaventosa rissa consumatasi la sera del 8 giugno 2008 nella zona dei Lidi di Porto Empedocle. La vicenda coinvolse i due cugini omonimi Giuseppe Grassonelli, Alessio e Giuseppe Contrino, un lampedusano che non si riuscì a individuare e Giuseppe Adorno, il ragazzo che l’anno dopo venne ucciso. Il rappresentante della pubblica accusa ha chiesto 4 anni e 6 mesi di reclusione per Alessio Contrino; 2anni e 4 mesi sono stati chiesti per Giuseppe Grassonelli e 3 anni per il suo omonino. Il Pm ha chiesto la condanna a 2 anni e 4 mesi anche di Giuseppe Contrino, figlio di Alessio.  Per Adorno è stato chiesto il non luogo a procedere per morte del reo. Il 4 maggio le arringhe dei difensori e la sentenza.