Il 24 aprile del 1880 per l’inaugurazione solenne del teatro comunale di
Girgenti vennero messe in scena delle opere liriche.
Per le caratteristiche architettoniche e di grandezza, che lo rendono terzo
fra i teatri dell’Isola, il Pirandello è infatti nato proprio come teatro
lirico.
E oggi a distanza di tanti anni l’amministrazione comunale ha deciso di
tornare alle origini presentando la stagione lirico sinfonica.
La fondazione “Teatro Luigi Pirandello – Valle dei templi” ha realizzato così
un cartellone che prevede 5 produzioni per un totale di 11 spettacoli.
Si inizierà il 21 ottobre con il concerto inaugurale dell’orchestra
filarmonica e coro “Città di Agrigento” con numerosi ospiti di rilievo
nazionale.
E intervalla te dal concerto di fine anno saranno messe in scena tre
importanti opere.
Possibile grazie al risparmio di quasi 100 mila euro sulla stagione teatrale,
eliminando una replica di ciascun spettacolo, la stagione lirico sinfonica
arricchisce così l’offerta del Pirandello.
Si tratta questo del secondo dei tre pilastri di un ampio progetto
dell’amministrazione comunale per rilanciare l’attività artistico culturale del
teatro agrigentino.
Bisognerà vedere adesso come reagirà il pubblico agrigentino a queste novità.