fbpx

E’ fissata per questa mattina, dinanzi ai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento (presidente Ottavio Mosti), la seconda udienza del processo nei confronti del presidente della Provincia Regionale di Agrigento, Eugenio D’Orsi, imputato di peculato, concussione, abuso d’ufficio e truffa. Il procedimento riguarda alcuni atti compiuti dall’amministratore, tra questi la piantumazione nella sua villa di Montaperto, di 40 palme di proprietà dell’Ente, che, sostiene la Procura, erano destinate a spazi verdi pubblici, scuole e al giardino botanico. Inoltre a D’Orsi viene contestato l’affidamento ad esterni di incarichi che potevano essere svolti da personale della Provincia. Nel corso della prima udienza è stata accolta la richiesta di costituzione di parte civile avanzata dal Codacons. L’udienza di oggi, tuttavia, potrebbe saltare a causa dello sciopero proclamato dagli avvocati agrigentini.