Si aggirava per le strade del centro della città dei templi, nascondendo in auto un paio di pugni di ferro. Un giovane favarese, V.S., 20 anni, è stato denunciato a piede libero dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile. Il pugno di ferro è un’arma impropria, atta a contundere, il suo uso è vietato. L’episodio si è verificato nella serata di lunedì, a due passi dalla stazione ferroviaria. I militari stavano effettuando un servizio di posto di controllo, quando hanno fermato un’auto con alla guida il favarese. Alla richiesta dei documenti il giovane ha mostrato non poco imbarazzo. Dalla perquisizione della macchina, riposti all’interno del portabagagli, sono saltati fuori i pugni di ferro. Il giovane è stato denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.