Venti giorni fa, rimase ferito gravemente in un incidente stradale avvenuto nella frazione di Fontanelle. Lui, Domenico Micciché, 17 anni, era alla guida di un Piaggio Liberty, in compagnia di un amico, quando si scontrò con un autovettura. Un impatto terribile. Il ragazzo per via dei gravissimo traumi e di un quadro clinico compromesso, dall’ospedale di Agrigento venne trasferito a «Villa Sofia» a Palermo dove si trova ancora oggi. Sono stati giorni difficili per Domenico e i suoi familiari. Poi, all’improvviso, le sue condizioni sono migliorate tanto che i medici, adesso lo tengono in coma farmacologico. Il peggio però è passato, il ragazzo è ancora in gravissime condizioni. Ma c’è fiducia. Tra una decina di giorni, sarà compiuto l’ennesimo passo in avanti. Proprio per questo motivo, il ragazzo ha bisogno di grandi emozioni, che lo possano aiutare ad uscire fuori da questo tunnel. I familiari parlando con i medici, hanno raccontato che per Domenico, la passione più grande è la squadra del Palermo calcio e, il suo idolo è Fabrizio Miccoli.Per questo motivo, la famiglia di Domenico chiede ufficialmente alla società del Palermo, se quando sarà possibile, Miccoli possa fare una capatina all’ospedale Villa Sofia che dista appena un chilometro dal Renzo Barbera.”Sarebbe un grande regalo – dicono i familiari -. Domenico considera Miccoli il miglior giocatore al mondo”.